principale

16 Giugno 1904: Ulysses di Joyce


Solenne e paffuto, Buck Mulligan comparve dall’alto delle scale, portando un bacile di schiuma su cui erano posati in croce uno specchio e un rasoio. Una vestaglia gialla, discinta, gli levitava delicatamente dietro, al soffio della mite aria mattutina. Levò alto il bacile e intronò:

– Introibo ad altare Dei.

Fermatosi, scrutò la buia scala a chiocciola e chiamò berciando:

– Vieni su, Kinch! Vieni su, pauroso gesuita.

Incipit de “Ulysses” di James Joyce
Capolavoro e opera più nota di Joyce, uno dei libri fondamentali della letteratura moderna, ripercorre, ironicamente, le avventure dell’ Ulisse omerico in una sola giornata, il 16 giugno 1904, della vita di Leopold Bloom , ebreo irlandese. Episodi, scene e fatti sono costruiti con più o meno evidente parallelismo rispetto all’opera omerica.
Questo romanzo è, di volta in volta, drammatico, farsesco, pedante, commovente, polifonico e caotico.

Entrambi i protagonisti, Leopold  Bloom e Stephen Dedalus, hanno bisogno l’uno dell’altro: uno, Leopld, è alla ricerca inconscia di un figlio che sostituisca quello che gli è morto bambino. Stephen invece ha bisogno di una figura paterna che sia per lui punto di riferimento nelle sue inquietudini intellettuali.

un romanzo che per molti è considerato incomprensibile ed illeggibile, tant’è che lo stesso Joyce disse a proposito di questo romanzo:”ho voluto ironizzare sui professori dato che essi sono ossessionati dai significati delle cose.  Nell’Ulisse ho inserito talmente tanti enigmi che i professori saranno impegnati per secoli a discutere sul significato preciso di essi”
Nonostante l’apparente incomprensibilità, il romanzo ha avuto una fortuna ed una diffusione notevole, lo testimonia il fatto che il 16 giugno si festeggia nelle maggiori città occidentali, il Bloomsday,ossia una giornata interamente dedicata al romanzo.A Dublino si svolgono varie attività culturali come letture pubbliche e drammatizzazioni dell’Ulisse e varie ilarità, molte delle quali si svolgono nel James Joyce Centre nella North Great George’s Street. Appassionati spesso si vestono in stile edoardiano per celebrare il Bloomsday, e ripercorrono il percorso di Leopold Bloom attraverso alcuni punti di riferimento come il Davy Byrne’s pub.
Il Bloomsday è stato festeggiato nel 2004 a Trieste con l’inaugurazione del museo Joyce.
Nel 2005 la ricorrenza è stata festeggiata a Genova nell’ambito dell’annuale Festival Internazinale di Poesia,  con lettura pressochè integrale dell’Ulisse in vari luoghi del centro storico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...