Senza categoria

Calda prima di campionato


Cambia il tempo, si avvicinano nuvole minacciose e  rinfrescanti.
Finalmente un cambio temporale tanto atteso dopo tanto caldo.
Un “Caldo”intenso come quello di  Domenica scorsa.
Prima di campionato, primo impegno casalingo per il palermo contro il Napoli.
Partita affascinante e divertente sotto molti punti di vista.
Ci si organizza in quattro per andare allo stadio, partiamo alle 18 per evitare il mega traffico da rientro vacanze ma
è inutile.
Prendo l’auto e passando dalla statale vedo solo un’avvisaglia del traffico che mi aspetta a Palermo città.
C’è una fila chilometrica che inizia ad acqua dei corsari e finisce alla cala o giù di lì.
In macchina sono emozionato, incazzato e sudato.
Ho avuto la poca accortezza d’indossare i jeans e sono madido di sudore.
Soffriamo il caldo e cerchiamo di parlare il meno possibile per non consumare l’ossigeno.
il mio amico ha la maglia rosa con la scritta “vogliamo lo scudetto”gadget odierno in abbinamento con il GdS ad euro 9.90.
Il merchandising palermo viene aggiornato ogni anno con qualche nuovo gadget che fà scaldare il cuore ai tifosi ed esaltare la curva ma quest’oggi il palermo non sembra da scudetto.
Il Napoli in mezz’ora prende un palo, una traversa e  si vede annullare un gol che sembrava regolare.
Il palermo arranca; Miccoli si schianta nel muro difensivo, la squadra è senza idee e soffre l’iniziativa avversaria.
Al 44, mentre qualcuno commenta” Zamparini sta rispolverando il numero di Ballardini chiedendolgi se gli va di riallenare il palermo”Cavani in aria sfrutta un incomprensione tra Maggio e De Sanctis e mette in rete il gol dell’1a0.
Si va al riposo con l’1a0 ed il delirio collettivo.
Vado in bagno a tentare di urinare ma per terra c’è una schifosa fanghiglia ed è quasi impossibile entrare data la gran calca di persone che pisciano e si lamentano dell’operato dell’arbitro.
Inizia il secondo tempo.
Ghiaccioli all’arancia e bottigliette d’acqua che volano lanciati dai rivenditori.
Afa e urla da stadio.
Sotto la curva nord un grupo di tifosi si “accende” nel tifo e con qualche fumogeno divampato vicino ai loro piedi.
Al 28 del secondo tempo, Hamsik insacca di testa ed il Barbera si zittisce.
Sembra che il Napoli possa tentare il colpaccio e portare a casa la vittoria facendo un forcing simile a quello del primo tempo ma il Palermo illuminato dalle giocate di Pastore e Cavani, si porta in avanti sfacciatamente.
al 29 Cavani in aria viene atterrato da Zuniga e Rosetti concede il rigore.
Sul dischetto và il “romario del Salento” , il tifoso che mi sta davanti si gira per non vedere il rigore.Momenti di tensione vissuti tra apprensione e calma. Batte Miccoli che spiazza De Sanctis ed il palermo và sul due a uno.
Lo stadio esplode in un urlo liberatorio. in un momento mi ritrovo il cappello del mio amico in testa e uno “scavagghio” con le ali che sorvola il pubblico finendo oltre il secondo anello.
é fatta.
Il palermo si aggiudica la vittoria ed i tre punti.
Miccoli in panchina abbraccia Zenga e capisco che è finita.
Mi abbraccia,  entusiasta, un tizio al mio lato che non conosco a cui chiedevo sempre chi avesse segnato,tirato, ammonito o sbagliato il tiro e che aveva un poster di Rubinho sopra il seggiolino.
Chi ben comincia è a metà dell’opera e, se non sarà scudetto, sarà comunque un bel campionato.
Alcuni disappunti non legati alla partita; il mancato 2a0 della juve che vince soltanto uno a zero facendo “appizzare” la bolletta giocata in tre ed il 2a2 di Udinese-Parma che presentivo da stamattina ma che non sono riuscito a giocare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...