principale

Il Funerale della canoa


Passata anche l’ennesima serata di bagordi, tra cocktail inventati e birre sfuse a profusione,ultime serate festose d’estate da vivere nella beata noncuranza dell’indomani lavorativo. Il dopo sbornia festivo mi sbatte in faccie l’amara realtà;un altro anno è passato e adesso le primavere si avvicinano alla fatidica terza decina.
Capita per il mio compleanno, il 12 Settembre, di provar la sensazione di fine estate come un fatto assodato,
l’estate svanisce lentamente tra piogge improvvise e scampoli di bel tempo attendendo la ripresa delle attività scolastiche .
Sarà l’aria dimessa, i vestiti non più estivi e una certa tristezza non manifesta, ma oggi io e mio fratello sembriamo due becchini che si caricano la bara/canoa riportandola a casa e lasciandola in quello che è diventato una specie di cimitero della mobilia usata; il solaio del garage.
La canoa è sempre lì, in mezzo alle altre nel rimessaggio della Baia.
La Baia sta chiudendo i battenti, non si vedono più i tavolini preparati per gli aperitivi pomeridiani ed anche gli ultimi turisti sono andati via.
Gli inservienti si affannano a smantellare il tappetto verde fradicio di pioggia e pieno di foglie morte e terriccio.I tavolini sono accatastati gli uni sugli altri aspettando che venga il camion a portarseli. Il Bar sta per essere smontato completamente, rimane ancora il bancone e gli sportelli delle bevande ma si capisce che non serviranno da bere più a nessuno.
Saliamo la canoa lenti e attenti a non  sbatterla per terra. Carichiamo la pagaia standard che avevo trovato nella scatola regalo e procediamo a sollevare la canoa dalla discesa a mare.
Ecco che inizia il corteo.
Mentre passiamo, gli inservienti della baia, commossi, si scioglono in un mesto applauso.
Vedono passare la bara dell’estate contenuta nella canoa.
Li vedo che mettono una rosa sulla pedana.
Pian piano che avanziamo altri amici e conoscenti che hanno popolato la mia estate depositano altre rose.
Sono ai lati del percorso. Silenziosi vedono passare la bara/canoa e pensano “ecco che si portano via l’estate”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...