1 · principale

Quarto Delirio Finale


Di detti Calibri ammirai la loro genialità d’arrangiamenti
e la frenesia di movimenti.
Rimasi rapito dal ritmo costante e assai gradevole del loro sono.
Che abili sonatori! l’ultima volta che fui rapito da un ritmo di tal matrice,
fu in occasione del concerto del wolfgango mozart ormai tanti secoli or sono.
Tornando a li calibri e alla loro esibizione, notai che dopo la pista cominciò a riempirsi
di giovini gaudenti e ballanti, nonché di avvenenti pulzelle da lo sguardo fiero
e assai poco licenziose.
Non di ché, lo duca e l’elfo attraevan loro le belle e a me lasciavan le altre.
Indispettito e  insofferente, decisi di lasciar le mie guide sotto più gentili cure
e m’allontanai da tal loco di perdizione.

D’un tratto vedendo tre giovini menestrelli provar loro istrumenti standosene in disparte.
Sicché, chiesi loro: “Chiedo venia simpatici giullari, sapreste indicarmi dov’è ubicata la ritirata?”
Quelli un pò sconcertati dissemi: “non sappiamo messere, provate  a dimandare sopra.”
E tosto cominciarono, con gran mio stupore, lo concerto.

La ritirata era sita in assai impervia strada.
Una ripida salita, alternata da un lungo corridoio affollato di persone.
Quindi v’era un canale oscuro che menava verso gran vialone
infine, mi ritrovai per una folta campagna.
lì riconobbi la mia vita antecedente.
Ripiombai, per strano artifizio, in data 1782
in loco di Bagaria.
Quale immenso piacere rivedere lo folle principe di Pallagonia
a cui dissi: “Voi non siete folle ma solo eclettico in compenso a ciò che vidi  in futuro”
“Cosa? Lo futuro? Questa è opera del demonio!
Discorretene con il conte di Cagliostro, Goethe e Piazzi.”
Sicchè, convinsi i suddetti a recarsi meco a vedere concerto dei Calibri.

Il Cagliostro riconobbe in essi certi suoi affiliati al rito egizio.
Il Piazzi affermò che, fra i pianetucoli, sentì una sinfonia simile.
Goethe disse che costoro erano personaggi de le sue affinità elettive.

A fine concerto, io con i miei nuovi compagnoni, ci scatenammo tra le
danze e le donzelle e, a causa del nostro male incedere, suscitammo le risa generali.
“Villani, insolenti, cafoni. Noi fummo grandi personaggi!!”
” E sti cazzi?” Ci replicarono in coro.
Anche sta realtà ci è poco gratificante.
Meglio ritornar al nostro tempo
sulle note di un sonatore di strada che incontrammo per caso.

Ritornammo in villa giulia a discorrere d’astri, rituali e esperienze letterarie.
Ma, ohibò, il tempo c’impose d’accompagnare le cortesi figliuole, lo duca e l’elfo
in Territorio di Bagaria.

Qual visione era questo ameno borgo sulla vallata dorata.
Un gran vialone si dilungava dal robusto palazzone in sommità di collina
e tutto intorno ridenti campagne e macchia mediterranea.
Nobil omini e nobil donne ciarlavano allegramente e tutto era in armonia
con la natura ridente e gioiosa che scorreva, placidamente, fra i lunghi viale alberati,
fra i limoni, le zagare e i fichi d’india.

“Ecco arrivati!” dissi “Questa è la nostra casa, non quello squallido groviglio di case
abbruttite e nobili decadenze viste nel futuro!”
“Ma che dici, cirè” dissemi lo duca e gli altri “Questa non può essere la nostra città!”
“Lo fu e, chissà, lo sarà.
Pel momento io m’intrattengo coi miei amici d’altri tempi.
Stasera siamo invitati all’aperitivo da quel briccone del Palagonia, venite?”
“Non possiamo” mi disse “il treno della REALTà sta partendo e dobbiamo andare.
Addio Beneamato Ciré!”
Addio.
Li lasciai in una moderna valle di lacrime abbruttita da un passato troppo bello.
P.S. Le “Affinità Elettive”  è un romanzo del 1809
i fatti sono “casualmente ” datati nel 1782

Per il resto, i personaggi sono stati reali e regali di fantasia
Ogni riferimento esistenti o a fatti  accaduti è puramente casuale

Una risposta a "Quarto Delirio Finale"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...