1 · principale

A banquet in the forest

beggars-banquet-2
It’s time to go for you, enjoy the trip  and see you next time.
Before you go, let’s go eating in the middle of the forest.
A lovely banquet that Parkowa goddess
inspired by the hidden Spring
has prepared for us.
Mr president will be there with all the people around.
Don’t say anything to mr old guy, he will be drunk or,
let’s say, too much inspired to be in a good mood.
The Short Elf has arrived just to tell us the importance
of the politics; No way! We are not interested about this
dirty stupid game.
I need “inspiracja” by the bystanders.
A volunteer inspiration for language game as we play
in the theater drama.
“Na zdrowie!” my dear Roxane.
I want to get lost in your deep blue eyes
and dance with all the drunks”Bachantki”
let’s steal love for one night, it’s the best way to “operating”.
No właśnie!” parlo italiano cara!
Mi piace tutto e le castagne.
“Po prostu Amore” è il mio motto e anche quello della fiat.
Mais quand je me reveille je suis toujours seul et sans amour!
AH! la belle vie! Sans amour, sans souci, sans problems!


“Joder! Es tarde, me voy !!”
It’s time to back to the reality and probably
go to the toilet, or better, go to the place
where the king go on foot.
The king is disapered kidnapped
by the army of the big mosquitos
along the river in a stormy night
of late May.
Por que no te callas?
We need to listen the voice
of the Nature…
But how can we do
if all around is just

Po Staremu, old stupid story!
Let me see you next time
Now EROS it’s lost somewhere near here
and BACCHUS will be in Sułów canoeing.

1 · principale

Ritorno e partenza

SAMSUNG
Ritorno a Bagheria e ritrovo le stesse
brutture che la uccidono ogni giorno
lentamente ma inesorabilmente.
La stessa immondizia strabordante dai cassonetti,
lo stesso traffico impazzito e sregolato, le strade senpre
più sporche e piene di buche.
Questa città non sta morendo è già morta.
Una città morta con gente indifferente rinchiusa nella propria
dimensione di benessere apparente, nel proprio habitat da difendere
e da curare senza che venga troppo inquinato dalla realtà circostante.
Questa è la chiave? Vivere la propria realtà finta nella propria solitudine?
Allora attaccatevi ad ogni sensazione piacevole seppur effimera.
Ricordi di scuola, amici, gesti quotidiani ed altro.
Meglio non guardare oltre, ci si accorgerebbe di quanto
siamo poveri e stanchi dentro.

Sono tornato sotto una pioggia battente alle 11 di sera.
Palermo addormentata e bagnata mi lasciava malinconico
ma felice.

Qui è tutto troppo comodo:
la stanza da letto, il soggiorno e le abitudini che sto prendendo.
Tutto come quattro mesi fa.
Come se fossi uscito due ore fa e tornato dopo 4 mesi e mezzo.

Cerco di programmare un progetto europeo anche qui.
Ignorando l’immondizia, la sfiducia nel futuro e la mancanza di
risorse economiche. Ho raccolto tanti pareri positivi e tanto entusiasmo.
Spero che fra tre mesi a progetto finito questo entusiasmo diventi realtà
e pratica quotidiana.
Intanto mi godo la nuova AYGO, il sole, le passeggiate a Monte Catalfano
e non penso al segnale wi fi  debole o mancante.
Giovedì si riparte; nottata all’aeroporto di Bologna e poi di nuovo Polonia.