1 · principale

Una giornata al mare

Svegliarsi alle 6 del mattino tra le urla e le pallonate dei ragazzi ubriachi.
La spiaggia che sembra un campo profughi invaso da immigrati non extracomunitari
ma extra sporchi. Il pallone che sfila nel’aria mentre accanto le tende si muovono e si animano al ritmo di baci, carezze, sussurri e grida.

Un altro ferragosto in spiaggia arriva dopo una notte di bagordi balordi.
Prendere coscienza immediatamente o quasi del clima di dopo festa e delle bottiglie abbandonate. Un signore silenzioso e con la pelle indurita si aggira a raccogliere le bottiglie e i resti della festa attorno. intanto arrivano anche gli agenti della guardia costiera che intimano di sbaraccare, la festa è finita! via, forza, tornatevene a casa a dormire.

Dopo alcune ora, giusto il tempo di fare colazione, distendersi sotto l’ombra di una alta palma
ed ecco arrivare i nuovi bagnanti della domenica che stavolta arrivano al venerdì.

Si ricomincia, un altra giornata al mare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...