Senza categoria

Riepilogando l’anno

Che anno è stato, o meglio, che anno abbiamo vissuto?
So che David si era stancato e se ne era andato agli inizi, dopo di lui il chitarrista degli eagles(Glenn Frey), il cantante di wonderful life(Colin Vearncombe), il chitarrista dei Jefferson airplane (Paul Kantner) e Maurice White degli Earth wind and fire non dimenticandouno dei simboli del progressive, Keith Emerson.
A supplire a queste dipartite chi arrivano?
Dei lamenti musicali e musicanti dai titoli ammiccanti di pseudocantanti, che hanno il nome di “Andiamo a comandare” e “Vorrei ma non posto”.
Ci fosse stato Bud Spencer li avrebbe presi a pugni ma anche lui e andato via forse perchè
Severus Piton, mentre se ne andava, lo aveva scambiato per Agrid e portato da Voldemort?
Ancora Terrore. La Russia risponde bombardando Aleppo. Intanto Nizza e Monaco piangono vittime della follia globale del terrore
Qui in Italia rispondiamo con l’hashtag escile per fare capire come le università siano sexy e appetibili quasi più delle tette delle zoccole malate di social.
Visto l’andazzo europeo, la Gran Bretagna va via ed esce dall’unione e dall’europeo.
Lascia la gloria al Portogallo del glittoso Ronaldo e dello spartano Eder cha annichilisce i galletti transalpini a casa loro, adieu granduer!
Ma arriva la grandeur del miliardario populista che vince le elezioni e promette il muro delle libertà. Vox Populi Urbe Romana Raggi mala amicitia facit, ob dimissiones
causa fidex collaburatores requirent movimentum penta stellarum!
Arrivano le Olimpiadi e la parata di olimpionici a dimenticarci le beghe nazionali.
Un referendum trivellato dall’astensione e un NO secco contro Il presidente social.
Manco l’allegro irriverente Nobel che FO avrebbe immaginato e manco il menestrello dell’america che fu vuole saperne, meglio farsi una mangiata con lo chef burbero
che giudica i programmi di cucina come tanti e ci prepara un pranzo di Natale con
il cantante del Natale passato al suo ultimo last christmas.

Di tutto questo qui vedo solo dei riflessi confusi dal social e dalla socialità ottusa.
Automobilisti troppo impegnati a scrivere sul telefono mentre guidano
e buttare cartacce pubblicitarie lamentandosi dell’inquinamento mentre guidano pesanti SUV eco-incompatibili all’entrata del nuova pinacoteca.

2 risposte a "Riepilogando l’anno"

    1. Caro Evanje. Grazie per la visita. Ogni anno ripercorro i fatti senza troppi mestrualita e faccio dei buoni propositi che vengono disattesi. Spero sia diverso quest’anno. Buon anno anche a te! Ti aspetto per brindare sotto casa mia con dello spumante a buon mercato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...