1 · principale

La bestia umana-Emile Zola

Non c’è che dire, è una bella invenzione. Si va più in fretta, si sanno più cose. Ma le bestie feroci restano bestie feroci, e avranno un bell’inventare meccanismi ancora più perfetti; nell’ombra vi saranno sempre delle bestie feroci.

Questa frase può essere declinata non solo per lo sconvolgimento provocato dall’invenzione del treno ma,
visti i  tempi, la prenderei per indicare un altro treno: quello di internet.
Su internet diventiamo più veloci di un treno, possiamo avere anche un impatto simile sulla gente, ma si può piombare su di una nuova fase di oscurità della conoscenza e non solo.
Nell’ombra tante bestie feroci (che non sanno di essere tali) scrivono, meglio dire digitano, contenuti di rabbia e
di livore, di incapacità di comprensione dei tempi.
Vomitano rancore, insultano personaggi famosi, si scagliano contro ditte, persone, oggetti e marchi per alcuni buoni motivi che forse una camomilla o una valeriana possono risolvere. Trollano, fanno hate speech, si prendono 5 minuti di popolarità per poi ricadere nell’ombra e restarvi con tutto il loro rancore.
Ma chi sono costoro? Chiunque!
Un impiegato di banca piuttosto che un disoccupato, un dottorando piuttosto che un operaio edile con licenza media,
Una casalinga piuttosto che una donna manager.
Oppure? Oppure un simpatico burlone che non esiste e non ha identità.
Una identità elettronica fatta di bit ma con raziocinio umano.
Una bestia umana che non corre più sui binari della ferrovia ma sull’iperspazio dell’ipertesto informatico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...