1 · principale

solitudine 

Ormai non riesco a distinguere più tra bellezza e squallore: tutto mi sembra un unico squallido orizzonte precario senza via d’uscita. l’incanto e l’incoscienza del viaggio hanno lasciato il posto alla normalità fatta di virtuale, di aperitivi, di momenti felici da immortalare con selfie tutti uguali, di gente che straparla e si indigna facilmente ma non sa reagire, del correttore automatico di Messenger non valuta e non riconosce il gergo, di stanze vuote da affittare in improvvisati B&B, di tramonti belli e con filtri, di auto sempre e dovunque per intasare strade e gente che ha fretta di arrivare, di #hashtag e like. poi, una sera d’estate, ascoltando le cicale e i gabbiani, mi ritrovo in una strada deserta e , finalmente, tutto ha più senso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...